Soluzioni Sottopavimento

Quando l’isolante viene posizionato al di sotto della pavimentazione, ci muoviamo in un ambito in continua evoluzione, dove le esigenze sono le più svariate e dove la tematica del confort è prioritaria soprattutto per il consumatore finale.

La posa della pavimentazione, sia nella nuova costruzione che nella ristrutturazione, è quella che negli ultimi anni ha subito le maggiori sollecitazioni in termini di cambiamento dei riferimenti normativi e della indicazioni sulla buona pratica di posa. Ruolo importante ha avuto anche lo sviluppo tecnologico del settore, che ha portato a spinte innovative non solo sul lato della finitura in sé ma anche sugli strati immediatamente inferiori, materassino acustico e riscaldamento a pavimento in primis.

In questo contesto la scelta dell’isolante diventa di fondamentale importanza per definire le prestazioni acustiche e meccaniche del pavimento, e va fatta appunto nell’ottica del “sistema”, valutando la tipologia di pavimentazione, la modalità di posa ritenuta più idonea rispetto al caso specifico e la stratigrafia sottostante.

A GUIDARE SONO LA FINITURA E LA MODALITÀ DI POSA

Per comodità abbiamo suddiviso le strutture sottopavimento a partire dalla modalità di posa e dalla finitura scelta. Il concetto che sta alla base di questa suddivisione nasce dall’idea stessa di sistema, che fa dell’isolante un elemento fondamentale per definire il confort globale della pavimentazione. Per questo vanno considerate tutte le caratteristiche del materassino sottopavimento, non solo quelle che ne determinano la prestazione acustica ma anche quelle meccaniche e termiche, che influenzano la stabilità del sistema e la sua compatibilità con la presenza di sistemi di riscaldamento a pavimento.

In fase di ristrutturazione l’utente privato cerca sostanzialmente di migliorare due aspetti della propria abitazione: l’estetica e il confort. In fase di ristrutturazione del pavimento la componente acustica è fondamentale, sia a favore di chi quel pavimento lo calpesterà ogni giorno, sia a favore dei vicini di casa.

L’inserimento di un materassino isolante al di sotto della pavimentazione, qualunque essa sia, è fondamentale per garantire un confort acustico adeguato. La scelta del materassino va fatta in base alla pavimentazione e in base alla modalità di posa ritenuta più idonea rispetto al caso specifico.

  • Pavimenti in laminato o vinilici (LVT) - posa flottante
  • Pavimenti in ceramica,  alcuni tipi di pavimenti in legno (parquet massello, parquet stratificato due strati) - posa incollata
  • Alcuni tipi di pavimenti in legno (stratificati, controbilanciati, con incastri a secco) - posa flottante o incollata

Esiste poi una terza modalità di posa, estremamente innovativa: la posa ibrida. Può essere utilizzata quando si ha necessità di ancorare la pavimentazione al materassino ma per esigenze di cantiere non si può/vuole utilizzare il collante tradizionale.

TRADIZIONALE

TRADIZIONALE

Posa incollata

INNOVATIVO

INNOVATIVO

Posa Flottante

NUOVA FRONTIERA

NUOVA FRONTIERA

Posa Ibrida

Per ogni tipologia di struttura la gamma Isolmant propone prodotti specifici, che garantiscono le migliori performance acustiche perché studiati e calibrati per lavorare nel migliore dei modi all’interno delle varie stratigrafie.

POSA INCOLLATA

La modalità di posa più tradizionale è quella che prevede l’uso della colla per posare pavimentazioni in ceramica o in parquet. La posa a colla, oltre ad essere l’unica modalità di posa possibile per alcune tipologie di pavimentazione, garantisce massima stabilità al sistema pavimento.

In particolare IsolTile permette di alloggiare il nuovo pavimento su un ottimo strato di scorrimento che consente di ridurre i rischi di fessurazione della nuova ceramica dovuti a ritiro, deformazione ed umidità del fondo (nel nuovo) oppure a planarità, superficie e consistenza dell’esistente (nella ristrutturazione).

STRUTTURE

Card Image

POSA INCOLLATA
Isolmant IsolTile

Card Image

POSA INCOLLATA
Isolmant IsolTile su sistema radiante a spessore zero

POSA FLOTTANTE

La posa flottante di parquet e laminati, se correttamente eseguita con l’utilizzo di materassini dalle spiccate caratteristiche tecniche, rappresenta la soluzione ideale per ottenere pavimenti dalle prestazioni acustiche elevate e meccanicamente stabili.

Nella posa flottante il pavimento viene “appoggiato” direttamente su uno strato di materiale resiliente: questo rende la posa facile, veloce e pulita.

Senza il vincolo della colla il legno è più libero di modificare le proprie dimensioni in funzione dell’umidità senza deformarsi. Inoltre la posa flottante è reversibile e permette non solo di mantenere intatta l’eventuale pavimentazione preesistente, ma anche di intervenire in caso di riparazione (per esempio delle tubature sottostanti) in maniera mirata e senza dover sostituire la totalità della pavimentazione.

STRUTTURE

Card Image

POSA FLOTTANTE
Isolmant Parquet Film | Isolmant Top

STRUTTURE

Card Image

POSA FLOTTANTE
Isolmant Top su sistema radiante a spessore zero

POSA DELL'ISOLANTE SU PANNELLO RADIANTE

La posa delle finiture, in particolare di quelle in legno, è quella che negli ultimi anni ha subito le maggiori sollecitazioni in termini di cambiamento dei riferimenti normativi e della indicazioni sulla buona pratica di posa. Ruolo importante ha avuto anche lo sviluppo tecnologico del settore, che ha portano a spinte innovative non solo sul lato della finitura in sé ma anche sugli strati immediatamente inferiori, materassino acustico e riscaldamento a pavimento in primis.

E’ il caso della cosiddetta posa ibrida, che soddisfa l’esigenza di quelle finiture o situazioni che richiedono che il pavimento, pur rimanendo disconnesso dal piano di posa, faccia corpo unico con il materassino (ad esempio parquet massello o parquet stratificato in due strati).

La posa ibrida o semi-flottante conserva molti dei vantaggi della posa flottante senza rinunciare completamente alla possibilità di fissare il pavimento al materassino attraverso le tradizionali colle o attraverso strati adesivi presenti sul materassino.

Queste soluzioni sono particolarmente apprezzate in caso di:

  • Posa di parquet su massetti radianti a basso spessore;
  • Posa su pavimentazioni pre-esistenti che devono restare integre;
  • Posa su piani di posa inconsistenti o irregolari;
  • Posa di pavimenti soggetti a variazioni dimensionali.

STRUTTURE

Card Image

POSA IBRIDA
Isolmant IsolTile

STRUTTURE

Card Image

POSA IBRIDA
Isolmant IsolTile AD

ISOLMANT
TOP INCOLLAPAVIMENTO

image

Il materassino specifico per la posa ibrida del parquet

STRUTTURE

Card Image

POSA IBRIDA
Isolmant Top Incollapavimento

Card Image

POSA IBRIDA
Isolmant Top Incollapavimento su sistema radiante a spessore zero